23.6 C
San Benedetto del Tronto

HomeSOCIALECasaEdilizia pubblica, la sfida di Comune e ERAP per rispondere alla crisi...

Edilizia pubblica, la sfida di Comune e ERAP per rispondere alla crisi abitativa

Nella mattinata di mercoledì 7 febbraio l’Amministrazione comunale e l’Ente Regionale per l’Abitazione Pubblica – ERAP Marche hanno presentato in conferenza stampa i risultati raggiunti, grazie alla collaborazione tra i due enti, per far fronte all’emergenza abitativa.
Alla conferenza hanno partecipato il sindaco Antonio Spazzafumo, l’assessore alle Politiche Sociali Andrea Sanguigni, il consigliere comunale Stefano Gaetani e, in rappresentanza dell’ERAP, il presidente Saturnino Di Ruscio, il responsabile della provincia di Ascoli Piceno Ettore Pandolfi e i consiglieri Giulietta Capriotti e Sergio Cinelli.
Il presidente Di Ruscio ha espresso il proprio plauso per la proficua collaborazione esistente con il Comune che ha reso possibile il recupero di diversi spazi abitativi: “San Benedetto ha dimostrato una grande attenzione ai problemi legati all’abitazione. L’Amministrazione comunale, con la sua grande sensibilità, è stata un soggetto con cui abbiamo collaborato agevolmente nell’attuare la nostra missione”.
L’assessore Sanguigni ha quindi illustrato il quadro generale della crisi abitativa in atto ormai da diversi anni che vede San Benedetto in grande affanno: a fronte di un numero consistente di domande per alloggi di edilizia pubblica c’è costante scarsità di alloggi mentre aumentano vertiginosamente i prezzi delle abitazioni disponibili: “Oggi il dato – ha spiegato Sanguigni – è che anche famiglie con due stipendi fanno fatica a pagare un affitto a San Benedetto. Il mondo è cambiato e dovranno cambiare anche le politiche di enti come ERAP che si troveranno a far fronte a un numero sempre crescente di richieste. Al momento del nostro insediamento – ha continuato l’Assessore – c’erano circa 30 appartamenti sfitti. Oggi ne restano circa 8 e il nostro impegno è quello di portare a zero questo numero. Porteremo in Consiglio comunale il nuovo regolamento per l’assegnazione degli alloggi di edilizia pubblica e licenzieremo nel minor tempo possibile il bando per la formazione di una nuova graduatoria per l’assegnazione di alloggi popolari che dia una risposta a quante più famiglie possibile delle circa 250 che, in base al precedente bando, hanno fatto richiesta”.
“La collaborazione con ERAP – ha aggiunto il consigliere Gaetani – ha reso possibile iniziare un percorso per reperire risorse e mettere mano al recupero di 45 appartamenti che, al momento del nostro insediamento, erano inagibili, alla creazione di nuove unità abitative, come i progetti in corso di attuazione all’ex mattatoio, in zona SS. Annunziata o all’ex casa parcheggio dove siamo riusciti a sbloccare lo stallo nei lavori di ristrutturazione. San Benedetto non possiede tuttavia spazio illimitato – ha sottolineato Gaetani – e siamo al lavoro per valutare altre strade, come quella di individuare in Comuni vicini zone dove realizzare nuovi alloggi”.
“Siamo orgogliosi – ha detto il sindaco Antonio Spazzafumo – dei grandi passi avanti compiuti in questo ambito grazie alla sinergia con ERAP. Dal momento del nostro insediamento, il panorama dell’edilizia pubblica di San Benedetto è profondamente cambiato con il recupero di numerosi spazi. Continueremo a lavorare in questa direzione, consci di dover dare una risposta forte e urgente alla crisi abitativa in corso”.

- Comunicazione Istituzionale -spot_img
Ufficio Stampa
Ufficio Stampahttps://bum.comunesbt.it
Ufficio Stampa del Comune di San Benedetto del Tronto

- Comunicazione Istituzionale -

spot_img

Lettura consigliata

Articoli Correlati

- Comunicazione Istituzionale -spot_img