domenica, 4 Dicembre, 2022
10.3 C
San Benedetto del Tronto

HomeIN COMUNEProgetti ComunitariComunità energetiche, dal Comune via libera per la ricerca di partner

Comunità energetiche, dal Comune via libera per la ricerca di partner

Nella giornata di martedì 11 ottobre è stata presentata alla stampa l’iniziativa dell’Amministrazione comunale per la realizzazione della prima Comunità Energetica Rinnovabile – CER sul territorio cittadino.
Le CER sono uno strumento di promozione entrato nel panorama italiano nel 2021 con lo scopo di promuovere forme di associazione tra Pubblica Amministrazione e privati finalizzate alla realizzazione di reti di produzione e condivisione di energia da fonti rinnovabili.
I principali vantaggi di questo tipo di infrastruttura sono due: la produzione di energia pulita, a chilometro zero, disponibile per l’autoconsumo da parte di tutti gli utenti presenti all’interno della CER, e il sostegno all’alimentazione della rete elettrica nazionale.
A oggi, il Gestore dei Servizi Energetici – GSE, l’ente pubblico nazionale che promuove e incentiva lo sviluppo di reti di produzione di energia tramite l’uso di fonti rinnovabili, offre un incentivo economico alle aree che si costituiscono come CER pari a 110 € per megawatt all’ora: il quantitativo di energia prodotto in questa maniera dà quindi luogo all’accumulo di risorse economiche che poi possono essere ridistribuite tra il gestore dell’impianto e i fruitori della CER, nella forma di sconti in bolletta o altre agevolazioni economiche.
Oltre ai benefici immediati per i soggetti partecipanti, le CER sono anche strumenti fondamentali per il raggiungimento degli obiettivi indicati nel Piano dell’Unione Europea per il Clima e l’Energia 2030, tra cui la riduzione del 40% delle emissioni di gas serra, l’aumento di almeno il 32,5% di energia prodotta da fonti rinnovabili e un aumento di pari proporzione dell’efficienza energetica degli impianti.
Con un atto di Giunta, l’Amministrazione comunale ha dato il via all’iter per la ricerca di uno o più partner che compartecipino alla gestione dell’impianto e avviato gli studi di settore propedeutici alla realizzazione di una CER sul territorio comunale. Nei prossimi mesi saranno quindi svolte le indagini necessarie a individuare i modelli associativi più appropriati per la cogestione dell’impianto e le valutazioni di fattibilità, dei costi e l’individuazione dei siti cittadini dove realizzare l’infrastruttura.
“La realizzazione della prima CER a San Benedetto – ha detto l’assessore al patrimonio Domenico Pellei presentando l’iniziativa – rappresenta una pietra miliare nel percorso di sviluppo di una città green e smart, in linea con i nuovi obiettivi condivisi con l’Unione Europea di efficientamento energetico e svolta verde nella produzione di energia. San Benedetto sarebbe la prima città di una certa grandezza a costituire una CER, che fino a oggi è stato strumento per lo più impiegato in piccole realtà: questo primo progetto pilota ci permetterà di comprendere i meccanismi gestionali in vista di un ampliamento o di una riproposizione del progetto in un’altra area della città. La CER – ha continuato Pellei – oltre ad una valenza ambientale è portatrice anche di benefici sociali: per gli utenti che partecipano a una CER (siano essi cittadini, associazioni, enti locali, …) il GSE infatti riconosce oggi un incentivo di 110 euro/MWh per l’energia condivisa oltre che il risparmio derivante dall’autoconsumo. La CER sarà quindi anche un valido strumento di lotta alla povertà energetica”..

- Comunicazione Istituzionale -spot_img
Ufficio Stampa
Ufficio Stampahttps://bum.comunesbt.it
Ufficio Stampa del Comune di San Benedetto del Tronto

Rimani Connesso

16,831FansLike
3,545FollowersFollow
3,216FollowersFollow
990SubscribersSubscribe

Lettura consigliata

Articoli Correlati

- Comunicazione Istituzionale -spot_img