domenica, 4 Dicembre, 2022
12.5 C
San Benedetto del Tronto

HomeInternet per i nonniIo certifico, tu certifichi, tutti certificano

Io certifico, tu certifichi, tutti certificano

“Sei davvero chi dici di essere? E sono proprio questi i componenti della tua famiglia?” A queste (e a molte altre) domande possiamo rispondere esibendo un bel certificato digitale ottenuto gratuitamente dal Ministero dell’Interno oppure dal nostro Comune di residenza.

“Sei davvero chi dici di essere? E sono proprio questi i componenti della tua famiglia?” A queste (e a molte altre) domande possiamo rispondere esibendo un bel certificato digitale ottenuto gratuitamente dal Ministero dell’Interno oppure dal nostro Comune di residenza.

Andiamo con ordine e sediamoci di fronte a un calcolatore elettronico connesso a Internet; teniamo a portata di mano il nostro SPID (sistema pubblico di identità digitale) o la carta di identità elettronica e colleghiamoci al sito https://anagrafenazionale.interno.it.

Entriamo con lo SPID, saremo subito riconosciuti e, nel pannello di controllo che ci viene presentato, clicchiamo sulla sezione “Certificati – Richiedi un certificato”. Il sistema a questo punto vuole sapere se il certificato è per noi stessi o per un membro della nostra famiglia anagrafica. 

Scegliamo “Richiedi per te stesso” e andiamo avanti dove ci viene presentata una lista di tipologie: Anagrafico di nascita, Anagrafico di matrimonio, di Cittadinanza, di Esistenza in vita, di Residenza, di Stato civile, di Stato di famiglia, di Stato di famiglia e di stato civile, di Stato di famiglia con rapporti di parentela.

Optiamo per il certificato anagrafico di nascita. Ora la pagina ci chiede di selezionare un tipo di certificato: in carta libera o in bollo. A noi serve in carta libera per l’iscrizione a una società sportiva e dunque selezioniamo questo come motivo di esenzione dal bollo.

Siamo giunti alla fine della procedura dove non ci resta che scegliere come desideriamo ottenere il certificato se attraverso la posta elettronica e/o se preferiamo scaricarlo direttamente. Diamo un’occhiata all’anteprima del documento e poi clicchiamo su “Ottieni certificato”.

Ecco che siamo in possesso di una certificazione valida a patto che su ogni pagina del documento sia presente un cosiddetto QR code (una specie di timbro quadrato) che, se scansionato da un apposito lettore (un qualsiasi telefonino di nuova generazione va bene), porterà a un indirizzo web dove è possibile riscontrare il contenuto di un’eventuale copia cartacea del certificato stesso.

Anche il Comune di San Benedetto del Tronto mette a disposizione dei cittadini da anni (in largo anticipo rispetto al portale ministeriale) la possibilità di richiedere certificati anagrafici direttamente da Internet, senza dunque recarsi fisicamente presso lo sportello del Municipio.

Infatti accedendo al servizio Cityportal, raggiungibile all’indirizzo https://cityportal.comunesbt.it, noi residenti possiamo consultare la nostra situazione anagrafica e quella dei nostri familiari, salvare e stampare una autocertificazione e, nei casi in cui non è possibile avvalersi dell’autocertificazione, possiamo ottenere i nostricertificati anagrafici già compilati pronti da utilizzare per le nostre necessità, validi legalmente con la tecnologia del timbro digitale.

Le istruzioni dettagliate su come ottenere i certificati da Cityportal sono disponibili, con tanto di filmati esplicativi, su una pagina del sito istituzionale dedicata alle Pillole Digitali all’indirizzo https://www.comunesbt.it/pilloledigitali.

Come gli appassionati lettori di questa rubrichetta avranno forse notato, nel corso degli ultimi cinque anni sempre più frequenti si sono fatti i riferimenti a video, a indirizzi Internet, a servizi on-line rendendo in alcuni casi un po’ scomodo riportare (e seguire) su carta stampata ciò che più semplicemente potrebbe essere mostrato direttamente sul web.

Anche per questo motivo il BUM (e di conseguenza anche “Internet per i nonni”) si rinnova e cambia formato: dalla carta al digitale.

- Comunicazione Istituzionale -spot_img
Antonio Prado
Antonio Pradohttp://www.prado.it
I’m passionately curious, involved in IT since 1993 and active in Internet business since 1995. Opensource enthusiast and IPv6 early adopter, I always try to use the right tool to achieve the expected result. I served as CTO for more than one ISP and managed four different Autonomous systems. Currently I am the Chief Technology Officer at AS59715.

Rimani Connesso

16,834FansLike
3,546FollowersFollow
3,215FollowersFollow
990SubscribersSubscribe

Lettura consigliata

Articoli Correlati

- Comunicazione Istituzionale -spot_img