domenica, 4 Dicembre, 2022
13.6 C
San Benedetto del Tronto

HomeInternet per i nonniLe analisi si fanno sul web

Le analisi si fanno sul web

Non (ancora) le analisi del sangue. Parliamo qui di una figura professionale che analizza il comportamento di noi utenti su Internet e di come reagiamo a determinate sollecitazioni. Praticamente si chiama Web Analyst e conduce continui studi in grado di aiutare le aziende a mettere a fuoco le migliori strategie di comunicazione sulla Rete.

Il fine ultimo, solitamente, è l’aumento del fatturato, perciò chi esercita con successo questa professione può godere anche di una importante retribuzione perché, in parte, legata all’ottenimento di risultati positivi.

Le attività di un web analyst riguardano soprattutto la lettura e l’interpretazione di grandi moli di dati prodotti da strumenti di monitoraggio montati a esempio su campagne pubblicitarie on-line o, più genericamente, su campagne di comunicazione condotte attraverso varie piattaforme come Facebook, Instagram, Youtube, Telegram, sito web.

Cioè se quando ci imbattiamo in un partitolare filmato che ci mostra come girare facilmente una frittata cotta su una padella antiaderente, lo guardiamo fino alla fine o magari più volte per capire dove sbagliamo noi tutte le volte che ci si rovescia sul pavimento o sui fornelli, ecco questo dato salta all’occhio del web analyst.

Egli potrà infatti trarre alcune conclusioni e procedere a una nostra eventuale profilazione: siamo persone che probabilmente entrano spesso in cucina; a volte cuciniamo; magari ci piace anche cucinare; amiamo apprendere nuove tecniche in cucina; desideriamo avere strumenti migliori per cuocere.

Sfumature? Forse, ma consideriamo il punto di vista di un venditore di padelle tecnologiche o di un famoso chef che abbia in animo di lanciare un nuovo corso di cucina a pagamento. In entrambi i casi, il web analyst scriverà dei rapporti nei quali i protagonisti saremo noi, anche perché abbiamo visualizzato due volte il filmato del perfetto ribaltamento di frittata e subito dopo abbiamo cliccato sull’immagine della super padella mostrata.

Nella sua griglia saremo valutati per la nostra propensione all’acquisto della padella stessa, di altri strumenti particolari per cuocere, di cucine componibili moderne, di esclusivi corsi di cucina.

Il dato che viene valutato potrebbe anche essere quello di chi, pur avendo visualizzato il video della frittata, non ha poi cliccato sull’immagine della padella, ma lo ha fatto sul cappello bianco da chef. L’analisi di tutti questi aspetti può portare a modificare lo stile della comunicazione, le immagini, i colori, le scritte, finanche l’intero video.

Tutto questo ricade nel campo del professionista dell’analisi, il quale ha studiato statistica, economia, si è poi specializzato attraverso un cosiddetto master (cioè formazione post-universitaria) acquisendo competenze in matematica, economia eziendale, informatica, marketing, gestione dei social media, algoritmi dei motori di ricerca e altro.

Oggi alcune università italiane e straniere offrono percorsi di studi specifici per l’analisi di dati e molte altre erogano formazione specialistica sugli argomenti in parola. Dunque parecchie sono le possibilità per chi intenda intraprendere questo percorso e pare che, dall’altra parte, ci sia anche una buona offerta di lavoro.

Certo, sarà complicato spiegare con precisione al bar di cosa ci si occupa, ma si potrà sempre tagliare corto dicendo: “Studio il comportamento di chi vuole ribaltare meglio le frittate”.

Nel prossimo numero parleremo del Community Manager.

- Comunicazione Istituzionale -spot_img
Antonio Prado
Antonio Pradohttp://www.prado.it
I’m passionately curious, involved in IT since 1993 and active in Internet business since 1995. Opensource enthusiast and IPv6 early adopter, I always try to use the right tool to achieve the expected result. I served as CTO for more than one ISP and managed four different Autonomous systems. Currently I am the Chief Technology Officer at AS59715.

Rimani Connesso

16,834FansLike
3,546FollowersFollow
3,215FollowersFollow
990SubscribersSubscribe

Lettura consigliata

Articoli Correlati

- Comunicazione Istituzionale -spot_img